Server di stampa scansione con Linux e Raspberry

immagine per guida server di stampa

Il Raspberry è un mini computer con il quale è possibile fare molte cose, ed in questa guida vi illustrerò come allestire un server di stampa e scansione in una rete locale, con la possibilità di stampare ed acquisire documenti con il proprio dispositivo android, sfruttando alcune mini distro linux.

Nota:
Ciò che andrò a descrivere è valido per qualsiasi periferica supportata da cups e da sane, ovvero i server di stampa e scansione di linux.
Requisiti generali:

  1. raspberry funzionante, (per installare il sistema operativo su sd si veda l’altra guida su dd )
  2. sistema operativo: io ho usato raspbmc perchè tra xbian, openlec, pidora, arch-raspberry è l’unica facilmente
  3. configurabile da un utente non esperto da ssh, compresa la parte wifi (usando wicd-curses), in più ha i pacchetti completi necessari al nostro scopo.
  4. collegamento di rete (eth o wifi) (la guida non contempla la configurazione di rete)

1- stampante di rete

Per prima cosa è opportuno installare cups  usando il seguente comando:

sudo apt-get install cups

Il passo successivo sarà quello di aggiungere l’utente della vostra minidistro al gruppo lpdamin (amministratori gruppo stampa), nel mio caso pi

usermod -aG lpadmin pi

Questo passaggio è importante dal momento che noi necessitiamo dei permessi di root per aggiungere stampanti.
Ora dovremmo cambiare le impostazioni di accesso a cups per accedervi dalla rete, si deve modificare il file di configurazione di cups:

sudo nano /etc/cups/cupsd.conf

Per permettere l’accesso remoto all’ interfaccia web di cups si deve quindi modificare il file nel seguente modo:

Cambiare Listen localhost: 631 con Port: 631

Se la vostra rete non è accessibile dall’esterno potete permettere a tutti di accedere a cups con il comando:

$ sudo cupsctl --remote-admin
$ sudo cupsctl --remote-any

per completare la configurazione è necessario riavviare cups:

$ sudo /etc/init.d/cups restart

Nota: in teoria non dovrebbe essere necessario aggiungere una stampante manualmente (almeno su sabayon) ma ve la ritroverete al successivo riavvio, nel pannello stampanti, se così non fosse seguite il passaggio sucessivo.

Aggiungere stampante:

Con il vostro browser puntate all’IP del vostro RaspPI con la porta 631, esempio:

https://192.168.1.169:631

Andate su amministrazione e poi cliccate su aggiungi stampante, vi verrà chiesto di inserire user e password dell’utente che state utilizzando, poi potrete selezionare la vostra stampante.
Ricordatevi di selezionare le opzioni di condivisione di rete e la stampa da internet.

2.Stampare da android

Per stampare da android si deve utilizzare una applicazione che possa interfacciarsi con il nostro server cups e per foruna ne esiste una funzionante con alcune limitazioni da cercare sul google play:

let’s prind droid

La configurazione della stampante richiede che sul telefono sia  attivato l’opzione stampa in impostazioni del vostro telefono/tablet, in modo da poter permettere la ricerca delle stampanti in rete.

Nota: per aggiungere la stampante da let’s print droid ci sono due modi:

scansione di rete manuale

Nel primo si lascia che il sistema riconosca la stampante automaticamente (scelta migliore), ma se non funzionasse, con il metodo manuale è sufficiente impostare l’ip del server e verranno importate  le configurazioni di cups.

PDF: per stmpare agevolmente i pdf c’è anche questa app da installare link

3. google cloud print

La configurazione delle stampanti per google print fino a qualche tempo fa richiedeva il browers chrome, ma grazie ad alcuni bravi programmatori ora è possibile evitarlo. In rete si trovano alcune guide ma attualmente non sono complete.
Per prima cosa è necessario installare alcuni pacchetti :

# sudo apt-get update
# sudo apt-get install build-essential python-dev libcups2-dev

poi andremo ad installare i pacchetti per cloudprint dal sito link
Successivamente andremo a dare il comando cloudprint al seguito del quale avremmo una richiesta di login al nostro account google.
Una volta eseguito la stampante collegata verrà aggiunta.

Nota:
dal sito è possibile integrare i repository per aver aggiornati i pacchetti e per installarli comodamente da terminale con il comando:

LINK-repository PPA

sudo apt-get install cloudprint cloudprint-service

Dopo averlo installato ed avviato, con il comando cloudprint ci verrà chiesto il login al nostro account google dopo il quale verrà automaticamente configurata la stampante collegata al dispositivo.
Da questo momento installando sempre dal play google la applicazione di google cloudprint link. che una volta configurata vi porterà sul vostro dispositivo android anche questa possibilità.

Metodo Google:

Esiste anche una versione ufficiale basata su uno script direttamente da Google seguendo questo Link

Scanner

4. Configurare scanner:

Come detto in precedenza, qualsiasi periferica riconosciuta da sane è facilmente gestibile da remoto, andando a dire al server saned chi può accedere alla periferica collegata editando il file, sul raspberry:

/etc/sane.d/saned.conf

aggiungendo semplicemente gli IP ammessi alla connessione al file.
Infine, accertiamoci che sane sia avviato al boot, editando il file:

/etc/default/saned

cambiando la linea impostando su yes come sotto:

RUN=yes

Dopo aver configurato la parte server dobbiamo configurare la parte client sul nostro computer, al quale diremo quale IP in rete condivide lo scanner modificando il file:

/etc/saned/net.conf

aggiungendo l’IP del raspberry
Ora la configurazione è terminata e potrete godere dei vantaggi di una multifunzione in rete.
Nota: può essere necessario un riavvio per poter utilizzare lo scanner
Android: esiste una applicazione  presente in play store che si chiama SaneDroid con la quale potete effettuare una scansione dal vostro dispositivo android.

A proposito di Picard12

Presidente dell'associazione Linuxludus, amante dell'informatica, MTB, astronomia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*